NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Articoli

Museo Nazionale del Ducato di Spoleto

Allestito nei suggestivi ambienti della Rocca Albornoziana (imponente fortezza  del XIV sec., voluta da Papa Innocenzo VI per ristabilire l’autorità del pontefice nei territori dell’Italia centrale facenti parte dello Stato della Chiesa), il Museo Nazionale del Ducato di Spoleto è stato inaugurato nel 2007 in seguito al totale recupero e restauro dell’intero complesso monumentale della Rocca, durato circa vent’anni. L’intera esposizione all’interno contenuta ha lo scopo di mostrare al visitatore le complessità delle vicende storiche, a partire dalla metà del IV sec., e la sostanziale unità culturale di questa vasta area dell’Italia centrale, conosciuta per secoli col nome di Ducato di Spoleto, attraverso la presentazione e l’accostamento di oggetti, testi figurativi e strumenti esplicativi, che hanno la funzione primaria di mettere in costante rapporto l’itinerario museale con il contesto territoriale in cui il materiale esposto è stato prodotto.
L’intero percorso espositivo è inoltre corredato da pannelli illustrativi che danno conto della funzione storica di ciascun ambiente attraversato, in modo tale che risultano perfettamente integrati  percorso museale e percorso conoscitivo del complesso monumentale.

L’allestimento occupa quindici sale storiche della Rocca ed è articolato su due livelli del Cortile d’Onore. Le opere ed i materiali, esposti secondo un arco temporale che va dal IV al XV sec. d.C.,  trattano temi quali la comunità cristiana nel territorio, i cui reperti di IV-V sec. provengono da aree funerarie ed edifici di culto, il fenomeno del monachesimo, diffuso un tutta l’area spoletina, l’organizzazione sociale del ducato longobardo di Spoleto, il periodo carolingio-ottoniano, il periodo dall’impero al papato, l’età comunale ed il Quattrocento.

Di  notevole rilevanza è la sezione longobarda, che presenta alcuni tra i più preziosi corredi funerari provenienti dalla necropoli di Nocera Umbra, una tra le più importanti in tutto il territorio italiano. Si possono inoltre ammirare  HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/Mosaico" \o "Mosaico" mosaici pavimentali e decorazioni scultoree risalenti al  HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/VI_secolo" \o "VI secolo" VI secolo e frammenti scultorei appartenuti ad aule di culto di  HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/Longobardi" \o "Longobardi" epoca longobarda e  HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/Carolingi" \o "Carolingi" carolingia- HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/Arte_ottoniana" \o "Arte ottoniana" ottoniana. Vi è anche esposta una ricca sezione pittorica che documenta il periodo romanico, nonché tratti dello stile rinascimentale del XV secolo.

Avvisi

Il sito è online.
E' possibile navigare le varie sezioni, immergersi nei meravigliosi tour virtuali e approfondire grazie alle numerose fotografie.
Vi aspettiamo per una visita guidata.
Sei qui: Home